foto Depositphotos

Ad Agrigento sulla costa siciliana di Realmonte sarebbe stato usato ossido di ferro in polvere per deturpare la Scala dei Turchi: la rinomata parete rocciosa di falesia che si erge a picco sul mare. A seguito dell’accaduto è stata aperta un’inchiesta a carico di ignoti per vandalismo di beni di valore culturale paesaggistico; il presidente della regione ha tuonato: “La scogliera visitata da turisti di tutto il mondo è stata deturpata e gli autori verranno condannati severamente. Oltraggio al bene paesaggistico e all’immagine dell’isola”. A seguito dell’aiuto di volontari e funzionari della Soprintendenza per il ripristino ha aggiunto: “Ringrazio tutti per il generoso atto di civismo e di scrupolosa responsabilità dimostrati”.