Uno squadrone di 118 atleti di cui 46 donne. I Giochi olimpici scatteranno venerdì 4 con la cerimonia di apertura, ma già mercoledì 2 c’è la prima gara di curling,  sport di squadra su ghiaccio con pesanti pietre di granito dotate di impugnatura.

E l’Italia c’è anche in questa disciplina sportiva (inventata secoli fa in Scozia) con 5 uomini e una donna. Le Olimpiadi chiuderanno domenica 20. Contiamo su una dozzina di medaglie, oro compreso. 

Si assegneranno 109 titoli in 15 discipline. Tre le sedi delle gare. Pechino (curling, hockey, pattinaggio figura, short track, freestyle big air, snowboard big air). Seconda sede nella contea di Yanqing, distretto di Pechino , stazione sciistica di notevole importanza. Ospiterà anche le gare paralimpiche di sci alpino (5-13 marzo).

Terza sede è la lontana città-prefettura di Zhangjiakou nel Nord della Cina; città di oltre 4 milioni di abitanti. Qui si disputeranno le gare di biathlon, sci di fondo, freestyle , combinata nordica, snowboard e salto.

Dei tredici team che compongono la spedizione azzurra lo snowboard (17) e lo sci alpino (16) sono i più numerosi. Lo sci conta su 9 donne e 7 uomini. Tutto deciso per le donne: Bassino, Brignone, Curtoni,  le sorelle Delego, Della Mea, Sofia Goggia (sperando possa aggregarsi il 15 febbraio),Anita Gulli e Francesca Marsaglia. Da ufficializzare i sette uomini.

Seguono con  dodici atleti lo sci di fondo (si pronostica un podio per Federico Pellegrino); con dieci atleti Short trachk (occhio  ad Arianna Fontana) e biathlon. Di 9 il pattinaggio di figura e il bob; con 8 lo slittino, con 7 il pattinaggio velocità . E poi con 6 il già citato curling, con 4 la combinata nordica.

Completano la spedizione azzurra cinque atleti osservati speciali: tre nello skeleton , uno dei tre sport di slitta ( gli altri sono il bob e lo slittino) e due nel salto. A scendere a 120-230 all’ora con la  faccia in giù e la testa in avanti su una pista ghiacciata di 1.200 metri e su una slitta con pattini , sono stati convocati due uomini(Bagnis, Gaspari) e Valentina  Margaglio, primo storico bronzo dell’Italia in un Europeo. Valentina , 28 anni,(papà piemontese, mamma della Costa d’Avorio), ha ampi spazi di miglioramento.

Può essere lei la sorpresa olimpica. Quanto al salto con gli sci la Federazione ha scelto due soli atleti : Giovanni Bresadola e Jessica Malsiner. Suscita scalpore la mancata convocazione di Lara Malsinier di Vipiteno, sorella di Jessica, nostra numero uno. Si vocifera di una vaccinazione saltata.Olimpiadi invernali, è fatta la Nazionale azzurra per le Olimpiadi invernali di Pechino (4-20 febbraio 2022).