foto Depositphotos

Con quattro giornate ricche di impegni di carattere politico-istituzionale e di incontri con la collettività italiana è iniziata in Sud America la missione del Vice Segretario del Partito Democratico, Peppe Provenzano.

L’ex Ministro per il Mezzogiorno, da sempre attento studioso dei fenomeni migratori, è accompagnato in questo viaggio dal parlamentare eletto in America Meridionale Fabio Porta e da Eugenio Marino, Vice Responsabile del Pd per l’organizzazione.

Le prime due tappe della missione, che proseguirà in Cile e Uruguay, hanno toccato le due principali capitali dell’emigrazione italiana in Sud America, San Paolo e Buenos Aires.
A San Paolo l’esponente del Pd, dopo avere incontrato il Console Generale d’Italia Domenico Fornara, ha voluto fare partire la sua fitta agenda di impegni con una visita all’antica “Hospedaria dos Imigrantes” oggi Museo dell’Immigrazione, negli stessi locali che hanno accolto milioni di immigrati, in gran parte italiani, è oggi attivo li progetto di accoglienza ai senza fissa dimora dell’Arsenale della Pace, promosso dal Sermig di Torino.

Presso i nuovi locali della Camera Italiana di Commercio a San Paolo, la delegazione del Pd ha potuto incontrare lo staff dirigenziale della storica istituzione commerciale, ancora oggi importante punto di riferimento della business community italiana in Brasile. Tra i numerosi incontri di carattere politico con esponenti brasiliani da segnalare quelli con il candidato a Presidente della Repubblica Luis Inacio Lula da Silva e il candidato a Vice Presidente Geraldo Alckmin. Presso il Circolo Italiano di San Paolo, infine, l’incontro con i rappresentanti della grande collettività italiana a San Paolo.

Non meno intensa e significativa l’agenda degli incontri che Provenzano e Porta hanno in programma a Buenos Aires: sempre al Circolo Italiano l’incontro con la nostra collettività promosso da Circolo del Pd “David Sassoli”, intitolato alla figura del Presidente del Parlamento Europeo recentemente scomparso. Significativa ed emozionante la visita al ESMA, già centro di detenzione e tortura di chi si oppose alla dittatura militare e oggi centro di memoria permanente. Un dibattito organizzato dal Circolo Pd “Berlinguer” sulle prospettive comuni dei progressisti in Europa e America Latina e una serie di incontri con esponenti politici locali completeranno la ricca agenda di incontri in Argentina delle delegazioni del Partito Democratico.