L'incontro tra Draghi e Biden (foto da governo.it)

“Apprezzo molto il tuo sforzo di unire la Nato e l’Unione europea“. Sono le parole del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, rivolte al presidente del Consiglio, Mario Draghi, a Washington per incontrare il numero uno della Casa Bianca.

“Credo che una Ue forte sia anche interesse degli Usa”, ha aggiunto Biden in un breve saluto a Draghi di fronte alle telecamere. Il numero uno americano ha poi aggiunto che un’Unione europea forte è nell’interesse degli Stati Uniti. “Fa bene a tutti”.

Putin credeva di poterci dividere ma ci siamo tutti fatti avanti”, così ancora il presidente Usa. “Sei stato un buon amico e un grande alleato” ha anche detto Biden, rivolgendosi al premier italiano, ricordando la “lunga storia di legami condivisi”. La parola è poi passata al primo ministro: “In Italia e in Europa le persone adesso vogliono la fine di questi massacri, di questa violenza e di questa macelleria e le persone pensano cosa possiamo fare per portare la pace”, ha detto Draghi che ha poi parlato di Putin, il quale “pensava di dividerci, ha fallito. Quello che sta succedendo in Ucraina ha portato un drastico cambiamento in Europea e ora sappiamo che possiamo contare sul sostegno del presidente statunitense Biden, un grande amico dell’Europa”, ha detto ancora Draghi.

“Siamo uniti nel condannare l’invasione dell’Ucraina, uniti nelle sanzioni e nell’aiutare l’Ucraina come ci ha chiesto il presidente Zelensky“, ha ribadito il premier, che all’incontro è arrivato dieci minuti prima del previsto, a bordo di una jeep con le bandiere italiana e statunitense. “Le nostre Nazioni sono sempre state unite in modo forte e la guerra in Ucraina ha rafforzato questa unione”, ha affermato Draghi concludendo in questo modo il suo intervento: “Siamo di certo uniti nel condannare l’invasione dell’Ucraina, uniti nelle sanzioni e nell’aiutare l’Ucraina come ci ha chiesto il presidente Zelensky”.