Ucraina, l'acciaieria Azovstal di Mariupol (foto depositphotos)

Le dichiarazioni del presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, sulla resa dei militari all’acciaieria Azovstal di Mariupol sono “bugie” e parte della sua “propaganda”. E’ la denuncia della portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova.

I russi hanno diffuso oggi un nuovo filmato dei militari che lasciano lo stabilimento di Mariupol: “Definire ‘operazione umanitaria ucraina’ quanto sta accadendo all’Azovstal è una dimostrazione delle bugie dette per tutto questo tempo – prosegue Zakharova a Radio Sputnik -. Far passare il ritiro delle truppe, così come offerto da Mosca per settimane, come un’operazione ‘umanitaria’ è una menzogna”.

“L’Ue si sta appropriando delle ultime riserve di cibo dell’Ucraina, grano compreso – ha inoltre aggiunto la portavoce -. E’ in corso un sacco del Paese, una cosa che l’Occidente aveva già fatto con le sue colonie”.