D'Anna e Maggi incontrano i biologi di Piemonte, Liguria e Valle D'Aosta

Convention a Torino, lo scorso 19 maggio: il presidente dell’Ordine Nazionale dei BiologiVincenzo D’Anna ha incontrato i “camici bianchi” delle regioni Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta. Il meeting, che ha coinvolto una vasta rappresentanza degli iscritti ONB del Nord Ovest, ha visto, per l’occasione, anche il commissario straordinario dell’OB Piemonte-Liguria-Valle D’AostaFederico Maggi.

Convention a Torino per i biologi

OCCASIONE NEL SEGNO DEL RINNOVAMENTO
Un’occasione nel segno del rinnovamento – ha sottolineato D’Anna – quella andata in scena all’ombra della Mole, significativa del “cammino fin qui intrapreso dalla nuova consiliatura dell’ONB, aperta, fin dal giorno del suo insediamento (nel novembre del 2017), alle istanze dei territori e pronta a raccogliere direttamente in loco, dalla viva voce degli iscritti, richieste, chiarimenti, punti di domanda ma anche lamentele”.

I biologi presente in sala all’incontro con D’Anna

VERSO LA FEDERAZIONE DEGLI ORDINI REGIONALI
Nel suo intervento, l’ex parlamentare ha ricordato che con la nuova stagione inaugurata nel novembre del 2017, l’Ordine, ormai in procinto di trasformarsi in Federazione degli Ordini regionali, si sia sempre più aperto al confronto, spalancando le proprie porte, andando incontro ai Biologi direttamente nelle loro città, da Nord a Sud, con un gran numero di eventi, convegni, congressi di caratura nazionale ed internazionale (in presenza ma anche online), oltre ai numerosi corsi di formazione organizzati sempre in maniera gratuita ed alle decine e decine di borse di studio erogate ai giovani ricercatori”. Un vero e proprio elenco delle cose fatte.

Il presidente D’Anna e il commissario Maggi

IL “LIBRO BIANCO” DELLE COSE FATTE
Obiettivi e risultati di rilievo, che a breve saranno condensati in un “libro bianco“, sorta di decalogo delle cose fatte in questi cinque anni, “che sarà ben presto consegnato agli iscritti” ha reso noto D’Anna. Intanto si procede a passo spedito verso la territorializzazione dell’ente, con le elezioni degli ordini regionali che incombono (si voterà in autunno). “Sarete voi a decidere chi saranno i vostri dirigenti” ha detto D’Anna rivolto alla platea raccolta nell’NH Hotel. “E’ finita l’epoca di ‘Roma non ci pensa, Roma è distante‘. Ora inizia una nuova stagione: quella in cui ciascuno sarà padrone a casa propria. Cultura, formazione e quant’altro atterrà al vostro Ordine, saranno diretti da quanti i Biologi di Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta sceglieranno di eleggere”.

Una foto di gruppo

Fonte news: Ordine Nazionale dei Biologi