Maurizio Sarri, allenatore della Lazio (foto Depositphotos)

Girandola di gol e pioggia di emozioni all’Olimpico tra Lazio e Verona che chiudono 3-3 una partita in cui lo spettacolo non è mancato. Partono forti gli ospiti che al 6′, con Simeone, passano in vantaggio. Al 14′ ecco arrivare il bis dell’Hellas con il gran tiro di Lasagna che, prima di insaccarsi, carambola su entrambi i pali. La Lazio reagisce e due minuti dopo accorcia le distanze con Cabral. Al 29′ è Felipe Anderson a rimetter le cose a posto, riportando il match in parità. Nella ripresa l’undici di Sarri mette la freccia e completa la rimonta passando in vantaggio al 62′ con Pedro. Sul 3-2 per i padroni di casa, il Verona non ci sta e, complice una disattenzione difensiva, al 76′ Hongla trova il gol del definitivo 3-3. Con il pari dell’Olimpico, i biancocelesti conservano il quinto posto in classifica a quota 64 punti: uno in più rispetto ai rivali storici della Roma (ferma a 63). Entrambe le squadre della Capitale si sono comunque qualificate per l’Europa League.