Pos obbligatorio in Italia: multe per chi non si adegua (foto: @AllaSerebrina depositphotos)

Pos obbligatorio: si cambia. Commercianti, artigiani e professionisti che, a partire da giovedì prossimo, non consentiranno ai propri clienti di pagare con carte di credito o debito tramite Pos potranno incappare in una multa.

SANZIONI DAL 30 GIUGNO
L’entrata in vigore delle sanzioni, originariamente previste per l’inizio del 2023, è stata infatti anticipata al 30 giugno 2022 quando scatteranno le nuove regole previste dall’ultimo decreto Pnrr.

LE CATEGORIE COINVOLTE
L’obbligo riguarda falegnami, fabbri e idraulici, ristoratori, baristi, negozianti, ambulanti, ma anche notai, avvocati, ingegneri, geometri, commercialisti, medici, consulenti del lavoro e dentisti.

A QUANTO AMMONTA LA MULTA
L’obiettivo della misura è quello di perseguire ad ogni livello ed in ogni modo l’evasione fiscale. Quanti non si adegueranno all’obbligo incapperanno in una sanzione amministrativa di 30 euro, che sarà aumentata del 4% del valore della transazione rifiutata. Nessuna conseguenza per eventualmente dovesse avere ìil dispositivo fuoriuso.

LE RICHIESTE DI ASSOUTENTI
Secondo Assoutenti, per incentivare l’utilizzo dei pagamenti elettronici sarebbe utile agire sui costi di gestione, ” azzerando del tutto le commissioni interbancarie  e gli altri balzelli richiesti agli esercenti”.