Depositphotos

In Brasile si sta ricordando il titolo mondiale di Corea e Giappone 2002, conquistato il 30 giugno di vent’anni fa nella finale contro la Germania, il quinto, ma anche l’ultimo finora della Seleçao. Un titolo le cui radici risalgono addirittura al 1891. Perchè così lontano? In quell’anno sbarcarono in Brasile, nel porto di Rio Grande, un gruppo di emigranti italiani. Tra questi anche Luigia Bellini, vedova di Luigi Scolari, che lasciò con i suoi sei figli l’Italia, Cologna Veneta, provincia di Verona.

Fu in quel momento che cominciò a crescere la famiglia Scolari in Brasile, perchè Luigia era la bisnonna e Luigi (il figlio più piccolo) il nonno di Luiz Felipe Scolari, ‘Felipão’, il tecnico che appunto vent’anni fa portò al successo il Brasile. Scolari è nato a Passo Fundo in Brasile il 9 novembre 1948 e dopo aver fatto il calciatore si è trasformato in uno degli allenatori più famosi, e non solo nel Paese sudamericano. Lunghissima la sua carriera in panchina cominciata nel 1982 e che continua ancora oggi con l’Atletico Paranaense. Tra le innumerevoli squadre che ha allenato, la nazionale Verdeoro ha ovviamente un posto speciale occupato per 12 anni.