di SANDRA ECHENIQUE
In questo caso meglio non allacciarsi la cintura troppo stretta… Già perchè sta per partire negli Stati Uniti un tour speciale all’insegna del made in Italy a tavola. Una iniziativa voluta da Italian Trade Agency con lo scopo primario di promuovere l’autentica cucina nostrana e al tempo stesso educare gli americani alle tradizioni della Penisola, il suo cibo, quello vero niente ‘italian sounding’, e naturalmente anche il vino. Insomma un pasto, dall’inizio alla fine come se ci si trovasse in Italia. Ma questa volta invece di essere l’americano a prendere l’aereo per atterrare in qualche ristorante in Italia, si fa il percorso inverso. E così al decollo c’è ‘From Italy to Your Table’ che non ha nemmeno bisogno di traduzione e si tratta di una serie di cene educative e promozionali che si svolgeranno sotto l’egida di ITA, Italian Trade Agency in dieci città statunitensi.
Quali? Eccole: Phoenix, Los Angeles, Seattle, Denver, Houston, Chicago, Miami, Atlanta, Philadelphia e Washington D.C. Un progetto corposo che va dal West all’East che si svilupperà durante tutta l’estate con eventi organizzati in alcuni dei ristoranti italiani più… italiani d’America. “Questa – ha spiegato Antonino Laspina, commissioner di ITA – è una delle missioni più importanti per noi: spiegare al professionista americano come al consumatore cosa sono le Denominazioni di origine, come sono nate, il processo e le certificazioni fino ai controlli a cui sono sottoposte al fine di poter ottenere prodotti di qualità e pregio eccezionale, gustosi, sani, puri. Il nostro obiettivo è di mostrare agli americani come si assaggia e si cucina, come si mangia e si assaporano questi prodotti per infine renderli parte dei loro pasti quotidiani”.
Un patrimonio gastronomico quello italiano che non ha eguali al mondo, al punto che le imitazioni rappresentano un mercato sempre più enorme come è stato denunciato anche recentemente da Coldiretti. Ma se il consumatore finale ha la possibilità di provare l’autentico prodotto italiano ecco che l’italian sounding, il fake, il taroccato ha già perso in partenza. Un percorso difficile quello di portare sulla retta via, quella originale, chi compra al supermercato intontito da etichette fasulle, imbrogliato, ma l’unica strada da percorrere è quella del gusto: provate e vi convincerete… Perchè gli americani non sanno quanto grande può essere il patrimonio gastronomico italiano, quello autentico: certificato con DOP (Denominazione di Origine Protetta), IGP (Indicazione Geografica Protetta), DOC (Denominazione di origina Controllata), DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita).
Ecco perchè questi eventi serviranno da veicolo trainante per far conoscere, educare professionisti del settore e non, facendo capire loro quale e quanta sia la differenza con le volgari imitazioni che si nascondono dietro a una bandiera italiana messa nell’etichetta proprio con l’intenzione di barare. Così le cene di ‘From Italy to Your Table’ saranno caratterizzate da un menù che arriverà fino a 12 piatti, creato da uno chef locale in collaborazione con ITA, utilizzando autentici ingredienti italiani certificati abbinati ad altrettanti autentici vini del Belpaese. Cosa aggiungere allora? Solo buon appetito, perchè così sarà.