di STEFANO CASINI

Il 2022 è stato un anno molto speciale per una delle Associazioni piú antiche e amate dalla nostra Comunità Italiana: CASA D'ITALIA. Fondata nell'anno 1932, ha compiuto 90 anni ed ha realizzato una bellissima festa con quasi 150 persone il 21 aprile in occasione appunto dei 90 anni di vita. Come sempre, uno dei tuttofare della Casa d'Italia e nostro caro amico Francesco Barone che spiega:" "La prima nostra sede dell'anno 1932, che si affittava, era quasi davanti all'attuale Intendencia di Montevideo, mentre la seconda, per decenni, a partire dal 1938, si trovava nel Viale Agraciada a pochi metri da Lima, anche questa sede si affittava. Nel 1985 abbiamo finalmente inaugurato l'attuale sede propria nella via Liber Arce, vicino al Montevideo Shopping. Frequanto questa sede da ragazzino e la amo profondamente.

Durante la pandemia, tutte le associazioni hanno sofferto del fatto di non poter riunirsi, ma, da quest'anno è tutto cambiato. Quali sono i piani per il 2023?

"Nel 2022 siamo riusciti a fare la nostra grande festa per i 90 anni di vita, alla quale GENTE D'ITALIA, come sempre, ci ha visitato. Dopo abbiamo fatto corsi d'Italiano e Bingos. Non è facile per i soci che, in generale sono di etá avanzate, riunirsi, soprattutto dopo aver trascorso un periodo difficile per via del COVID. Per l'anno prossimo abbiamo in mente rafforzare i Corsi d'Italiano perché molti soci lo stanno chiedendo e pensiamo anche fare dei Corsi di arte e incontri sulla storia delle regioni d'Italia e sempre dobbiamo stare attenti a ció che ci suggeriscono le autorità diplomatiche e il COMITES, ma soprattutto staremo attenti, come lo abbiamo fatto sempre, agli Enti di Assistenza, come la AIUDA. Noi aiutiamo molto gli enti. Per esempio, quando un ente di assistenza fa un Bingo, noi visitiamo la Casa degli Italiani e andiamo tutti a collaborare e mai facciamo un Bingo lo stesso giorno. Sempre ha priorità l'Ente di assistenza."

Gaetano Scavarelli

Tra i soci c'é Gaetano Scavarelli giunto in Uruguay nel 1954 che ci ha raccontato anche la sua storia:

"Sono socio di Casa d'Italia da oltre 10 anni e sono molto contento perché assisto a tutte le riunioni e le feste della nostra associazione, ci divertiamo e impariamo. Io sono nato a Santa Barbara, in provincia di Salerno e appena arrivato, a 18 anni, siccome mio padre era sarto e mia madre modista, ho cominciato a fare l'aiutante in una sartoria. Questo per oltre 3 anni, ma poi ho lasciato la sartoria e ho cominciato un altro mestiere, il parrucchiere, a partire dall'anno 1957 .

In qualche occasione é tornato in Italia?

"Si! La prima volta è stato nel 1964, al mio paese. Ricordo che, quando la Polizia mi obbligò a fare il servizio militare, son tornato in Uruguay. Qui son stato altri 7 anni e poi mi sono sposato e il mio viaggi di nozze lo feci in Italia, poi rimasi in Italia per oltre 10 anni, sempre facendo il parrucchiere. Ho anche due figli nati in Italia, insomma, ho fatto avanti e indietro!"

STEFANO CASINI

IL VIDEO:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome