Getty Images for World Athletics

Antonella Palmisano ha conquistato la medaglia di bronzo ai Mondiali di atletica leggera a Budapest nella 20 chilometri di marcia.

E' il secondo podio per l'Italia in questa edizione dei Mondiali, dopo l'argento di ieri di Leonardo Fabbri nel getto del peso: in un giorno e mezzo di gare, l'Italia ha già eguagliato il numero di medaglie degli scorsi Mondiali.

La gara è stata vinta dalla spagnola Maria Pérez, in 1h26'51'', davanti all'australiana Jemima Montag e all'azzurra.

"Quello che conta è la testa. Ho imparato in questi due anni a vedere tutto il bello che c'è intorno a me, senza concentrami sui problemi. Ora so che posso andare avanti al meglio, ora l'appuntamento è con le Olimpiadi, c'è Parigi dietro l'angolo".
Così l'azzurra del marcia Antonella Palmisano ai microfoni di Rai Sport dopo la conquista del bronzo nella 20 chilometri ai Mondiali, ad un anno dalle Olimpiadi di Parigi dove difenderà il suo titolo olimpico. Palmisano è caduta poco dopo metà gara, ma ha saputo reagire e restare nel gruppo di testa, riuscendo quindi a salire sul podio.
"In quel momento ho pensato che potevo rialzarmi, come ho fatto in questi due anni difficili - ha detto ancora la campionessa pugliese, che dopo Tokyo ha subito vari infortuni -. Oggi ho dimostrato che non voglio smettere perché Parigi mi aspetta. Il dolore c'era, ma come al solito è stato gestibile".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome