Matteo Salvini annuncia con orgoglio: "Il governo italiano non firmerà il Global Migration Compact e non andrà neppure a Marrakech. Nessuna decisione - sottolinea il ministro dell'interno - in attesa che sul tema si pronunci il parlamento. Deve essere l'aula a discutere".

Sulla stessa falsariga le dichiarazioni del premier Giuseppe Conte: "Si tratta di una posizione assolutamente compatibile con la nostra strategia, ho condiviso il piano con i miei partner Ue, non ho cambiato idea. Semplicemente, è giusto creare un passaggio parlamentare".

Mentre sul fronte pentastellato si plaude alla decisione e agli intendimenti del governo, sulla questione insorgono le opposizioni, a partire dal PD. Per Martina "Conte si rimangia impegni internazionali, il suo è un comportamento vergognoso".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome