La Roma batte 3-1 la Spal in rimonta.

Novità per il mondo del “pallone” italiano. Un uomo del Coni dovrà provare a ricostruire il calcio italiano salvandolo dalle macerie del fallimento della mancata qualificazione a Russia 2018. Roberto Fabbricini, romano, 72 anni, sposato e con un figlio, è il commissario straordinario scelto da Giovanni Malagò per traghettare la Federcalcio oltre la crisi dopo la mancata elezione del presidente federale. Alessandro Costacurta e Angelo Clarizia sono i due subcomissari che lo affiancheranno. A nominarli, è toccato alla giunta esecutiva del Coni. Completano la squadra Massimo Proto, e Alberto De Nigro. Contestualmente Fabbricini Giovanni Malagò è stato nominato commissario straordinario della Lega di Serie A proprio da Fabbricini.

MALAGO’: “COMMISSARIAMENTO DURERA’ SEI MESI”
“Il commissariamento della Federcalcio durerà sei mesi, fino al 31 luglio. Nessuno però è in grado di dire se saranno troppi o pochi, ma saranno comunque prorogabili dalla giunta del Coni nel caso in cui dovesse servire” ha detto Malagò parlando in conferenza stampa. “Un onore fare il commissario, non sono un Carneade. Una delle nostre priorità sarà dare una panchina a questa Nazionale” ha spiegato invece Fabbricini.