Il primo volo diretto tra Chicago e Venezia, operato da American Airlines, atterrerà allo scalo veneto il 5 maggio alle 11 per ripartire lo stesso giorno alle 14:50. “Si tratta di un importante investimento che American Airlines sta facendo in Italia – ha dichiarato Angelo Camilletti, Manager Sales Southeast Europe della compagnia aerea – il 2018 è anche il secondo anno consecutivo in cui American inaugura un nuovo volo dall’Italia, conferma dell’attenzione che il gruppo ha per il mercato italiano. Aumentare la nostra presenza in un hub così importante come quello di Venezia rafforzerà ed agevolerà l’incremento del traffico business, leisure e cargo tra i due Paesi e consentirà ai passeggeri di proseguire il proprio viaggio con comode coincidenze verso diverse destinazioni tra Stati Uniti, Canada e Caraibi. American Airlines opera dall’aeroporto di Chicago O’Hare circa 500 voli al giorno verso 131 destinazioni, 12 stati e 3 continenti”.

Un nuovo collegamento USA-Italia che rappresenta un momento importante per tutto il Nord-Est. “Una acquisizione particolare per il nostro aeroporto – parole di Enrico Marchi, presidente del gruppo SAVE che gestisce lo scalo – per il nostro aeroporto Chicago costituisce una delle principali destinazioni negli Stati Uniti con 400.000 passeggeri nel 2017, pur in assenza di un volo diretto. Un volume che siamo certa potrà raddoppiare in tempi brevi grazie al nuovo volo che porta così a sette le destinazioni del Nord America che adesso sono collegate con Venezia da voli non stop e riconferma una volta di più il ruolo del nostro aeroporto come gate intercontinentale”.

I voli American Airlines saranno operati con moderni Boeing 787-8 Dreamliner. AA collega, da 3 aeroporti italiani, 6 hub della linea aerea negli States: con Chicago, anche Philadelphia, New York, Dallas, Charlotte e Miami.

Tony Porpiglia