Leonardo ha firmato un accordo con il prime contractor Japan Radio per dotare quattro piattaforme delle Forze Armate giapponesi (Japan Ground Self Defence Forces - JGSDF) di equipaggiamenti di identificazione amico/nemico (Identification Friend/Foe - IFF) aggiornati al Modo 5.

Nello specifico Leonardo fornirà l’interrogatore IFF a standard Modo 5 M426 LPI e la componente crittografica SIT2010, assicurando che la Difesa giapponese sia pronta per la dismissione dei sistemi al Modo 4 prevista per giugno 2020, quando diverse Forze armate alleate passeranno al nuovo standard.

La tecnologia IFF è fondamentale per la sicurezza di tutte le operazioni militari, in quanto consente agli equipaggi di riconoscere le forze amiche e di identificare quelle potenzialmente ostili. Il Modo 5 è lo standard più recente e avanzato, che utilizza tecniche crittografiche allo stato dell’arte per proteggere i sistemi dall'inganno elettronico degli avversari.

Leonardo aveva già consegnato alla Difesa giapponese l’interrogatore SIT-422/5J. La nuova fornitura offrirà una capacità completa pronta per lo standard Modo 5, il tutto in un pacchetto compatto e leggero.

Leonardo, leader nella tecnologia IFF, è stata la prima società non statunitense a fornire nel 2016 apparati di identificazione alla Japan Ground Self Defence Forces. Da allora, Leonardo - in collaborazione con la società Japan Radio - è diventato uno dei principali fornitori per il Ministero della Difesa giapponese della tecnologia IFF Modo 5.

Leonardo, inoltre, fornisce sistemi IFF ad altre Forze Armate a livello internazionale, tra cui quelle italiane e britanniche. Poiché Leonardo è l'unico operatore al di fuori degli Stati Uniti per la tecnologia di generazione delle chiavi di crittografia al Modo 5, i suoi prodotti IFF sono interoperabili sia con la NATO sia con le forze alleate, nonché facilmente esportabili. L’approccio dell’azienda si contraddistingue per la sua flessibilità e adattabilità alle esigenze dei diversi clienti internazionali.

"Consolidate capacità industriali, unite a un capitale umano di eccellenza e a una costante attenzione all’innovazione hanno portato Leonardo a essere uno dei primi dieci operatori mondiali nel settore dell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza. Lo scopo della Fondazione è di sviluppare e approfondire le relazioni tra Italia e Giappone e di promuovere l'immagine dell'Italia in Giappone e del Giappone in Italia attraverso iniziative in campo culturale, scientifico ed economico", è la chiosa di Mattia Carlin, Advisor Fondazione Italia Giappone con sede alla Farnesina.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome