Silvio Berlusconi (foto depositphotos)

Silvio Berlusconi tende la mano al governo e avvisa: da parte di Forza Italia resta la disponibilità a lavorare sull’emergenza Covid, perché “la situazione non è mai stata così grave“, anche se su un lockdown nazionale “è presto per parlarne”.

LAVORARE COL GOVERNO CHE C’E’
Secondo il Cavaliere, intervistato dal Corriere della Sera, è il momento dei “fatti concreti”, ma senza lasciare spazio a fraintendimenti: “Non faremo mai un governo con forze a noi incompatibili” è il suo chiarimento. “Oggi – spiega – quello che conta è lavorare con il governo che c’è, anche se non è quello che vorremmo. Quello che posso escludere è la nostra partecipazione a un esecutivo con forze politiche incompatibili con noi”.

NUOVO LOCKDOWN? PRESTO PER RISPONDERE
Altra cosa è che l’opposizione sia coinvolta. In verità, io ho chiesto più volte che siano invitate a collaborare tutte le migliori energie del Paese, non solo della politica, ma della cultura, dell’impresa, della scienza, del lavoro, in un grande sforzo collettivo per rispondere all`emergenza”. Ma sull’ipotesi di un lockdown nazionale l’ex premier non si sbottona: “è presto per rispondere”.