Dopo una breve pausa estiva, l’Istituto Italiano di Cultura di Sydney riprende l’attività culturale contribuendo alla realizzazione di un’iniziativa alla sua prima edizione, il Bangalow Film Festival che, per alcune proiezioni, avrà l’originale formula del drive-in, particolarmente adatta in questo momento in cui, a causa della pandemia, anche in Australia vigono determinate restrizioni. Una formula meno “impegnativa” rispetto alla presenza del pubblico in sala, che ben si adatta all'atmosfera di una destinazione turistica come Bangalow.

Dal 14 al 23 gennaio presso lo Showground e la A&I Hall si svilupperà un programma di cinema internazionale, con ben otto proiezioni di film italiani.

Due sono capolavori della storia del nostro cinema: La dolce vita di Federico Fellini, in occasione del sessantesimo anniversario dell’assegnazione della Palma d’Oro a Cannes (1960) e del centenario della nascita del Maestro riminese (1920 - 2020), e Per un pugno di dollari, che sarà un omaggio a Sergio Leone e al compositore Ennio Morricone, recentemente scomparso.

Il programma include anche il recente e bellissimo doc-film The Truffle hunter, ambientato in Piemonte, in italiano e dialetto locale con sottotitoli inglesi, che vede Luca Guadagnino nelle vesti di produttore esecutivo.

Conclude l’offerta italiana la proiezione di una serie di cortometraggi di registi italiani emergenti, nell’ambito del progetto “10 Corti nel mondo”, offerti dal Centro Nazionale del Cortometraggio di Torino tramite l’Istituto di Cultura di Sydney.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome