(foto depositphotos)

E' stata una festa della mamma diversa per migliaia di bambini e bambine in Italia che la pandemia dovuta al Covid ha reso più poveri insieme alle loro famiglie. Secondo la Coldiretti sono qualcosa come un milione e 346.000 i minori in povertà assoluta, con un aumento del 18%, mentre sono 5,6 milioni gli individui in condizione di povertà assoluta. Erano anni che non si registrava un aumento così determinate di nuovi poveri e di chi necessita di aiuti per vivere. La povertà cresce maggiormente al Nord, una delle aree più colpite in tutta Europa dal Covid; qui la percentuale di poveri assoluti passa dal 6,8% al 9,4% degli individui. Qui è stata colpita una famiglia su quattro, pari al 28.8%, mentre si calcola una percentuale pari al 30.5% al centro e del 27.7% nel mezzogiorno. Fra i nuovi poveri possiamo trovare persone che mai prima di ora si erano rivolti a centri di sostegno; uomini e donne che hanno perso il lavoro, artigiani, ristoratori, piccoli commercianti che hanno visto i loro negozi chiusi per mesi. Tra loro anche chi era, purtroppo, abituato ad arrangiarsi alla giornata, spesso in nero o chi non riceve aiuti pubblici. In questo contesto si inserisce l’operazione di solidarietà promossa dalla Coldiretti insieme a Filiera Italia e Campagna Amica, coinvolgendo importanti realtà dell'agroalimentare nazionale. Sono stati, infatti, oltre 250.000 i chili di generi alimentari distribuiti gratuitamente proprio in occasione della giornata dedicata alle mamme. In una nota della Coldiretti si legge, infatti, “Contro la povertà è cresciuta la solidarietà che si è estesa dalle organizzazioni di volontariato alle imprese e ai singoli”.