Depositphotos

La scelta del sedile sugli aerei costa sempre di più, con le compagnie che hanno deciso di aumentare i prezzi. Quindi per chi viaggia, scegliere tra finestrino e corridoio, tra prime file e file centrali o finali, avrà un costo maggiore rispetto a quanto costa oggi. In alcuni casi la scelta del sedile può arrivare anche fino a 109 euro.

Vale il solito concetto che più vai indietro di posto e meno paghi. Per esempio sul volo British Airways Milano-Londra la tariffa base è di 86,32 euro, la scelta dei posti alle uscite di emergenza quelli con più spazio) viene a costare 70 euro.

Il Corriere della Sera ha fatto delle ricerche andando a confrontare i prezzi della scelta del sedile sugli aerei di alcune compagnie. Scrive sul Corriere: "Swiss prevede una spesa extra di 13-27,5 euro (i dati sono stati convertiti dai franchi svizzeri), mentre la low cost Vueling parte da 2 euro per arrivare a 28. Più o meno la stessa spesa prevista a bordo di Ryanair (3-28 euro). Più alto il costo con Wizz Air (4-32 euro) che, pur essendo una low cost, su questa voce è comunque più conveniente di British Airways dove scegliere il sedile richiede da 13 euro a 35. A bordo dei voli nazionali e internazionali di Alitalia si possono scegliere solo i posti comfort — prime sette file o presso le uscite di emergenza — al costo di 17-27-37 euro a seconda della durata".

Non c'è un obbligo a pagare per la scelta del sedile. Quando si apre la finestra temporale per il check-in online al viaggiatore viene assegnato automaticamente (e gratis) un posto. Ma quasi sempre è una poltroncina nella fila centrale o in fondo al velivolo. Così molti spendono qualcosa di più per stare più comodi ma soprattutto per poter uscire prima quando si atterra. Una delle grandi compagnie a non far pagare l'extra è la low cost Southwest Airlines. Non assegna nemmeno un numero: chi sale a bordo può sedersi dove vuole.