Depositphotos

Il passaggio in zona bianca significa un incremento importante del fatturato nel sistema della ristorazione italiana, pari a circa il 20 per cento, i cui effetti si fanno sentire a cascata nell’intero sistema agroalimentare con ben oltre un milione di chili di vino e cibi invenduti dall’inizio della pandemia a causa delle limitazioni.

E’ quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che con il nuovo cambio di colore salgono a circa 250mila i bar, le pizzerie, i ristoranti e agriturismi situati nelle regioni in zona bianca dove salta il coprifuoco e si allungano quindi le tavolate con un significativo incremento dell’ospitalità e degli incassi, dopo un anno particolarmente difficile e, si spera, unico.