Grande impresa di Matteo Berrettini. Il tennista romano centra la qualificazione alle semifinali di Wimbledon 61 anni dopo Nicola Pietrangeli, che nel 1960 si arrese in cinque set all’australiano Laver.

Berrettini invece sfiderà venerdì il polacco Hurkacz, che nei quarti ha avuto ragione in tre set dell’ex re dell’erba Federer e che appare comunque un avversario alla portato, soprattutto se l’italiano ripeterà la splendida prestazione offerta contro il canadese Auger-Aliassime.

Vittora in quattro set per Berrettini (6-3, 5-7, 7-5, 6-3) che ha accusato una piccola battuta a vuoto solo nel corso del secondo parziale. Londra si rivela propizia per lo sport italiano, nel calcio e nel tennis.