foto Depositphotos

E’ scesa in piazza per manifestare contro il Green Pass, dal palco ha detto che è illegittimo, ma lei non è una manifestante qualunque: lei è Nunzia Alessandra Schilirò, vicequestore della polizia di Stato. Sabato pomeriggio ha preso la parola sul palco di piazza San Giovanni, a Roma durante la manifestazione contro il Green Pass. “Sono qui per dissentire con il lasciapassare verde che è assolutamente incompatibile con la nostra Costituzione . ha detto -. Nessun diritto può essere subordinato a un certificato verde” ha detto Schilirò in un passaggio dell’intervento, in cui ha premesso di essere sul palco come “libera cittadina”. 

Ora Nunzia Alessandra Schilirò di Gorizia verrà sottoposta a procedimento disciplinare e si vedrà se saranno presi dei provvedimenti. E il ministro dell’Interno Lamorgese commenta: “Parole gravissime. Sto seguendo la vicenda personalmente con il capo della Polizia Lamberto Giannini affinché vengano accertate, con assoluta celerità, le responsabilità sotto ogni profilo giuridicamente rilevante a carico dell’interessata”.

Il vicequestore quindi ha voluto commentare in prima persona quanto accaduto e tutta la polemica che ne è scaturita. “È bello apprendere dai giornali, anziché dalla propria amministrazione, di essere già sotto procedimento disciplinare. Sono molto serena”. “Sabato – scrive in un post su Facebook – mi è capitata l’occasione di esercitare i miei diritti previsti dalla Costituzione e l’ho fatto. Il mestiere che svolgo è pubblico. Ho ricevuto quattro premi dalla società civile per i miei risultati professionali. Ero solo una libera cittadina che esercita i propri diritti. Se l’amministrazione non gradisce la mia fedeltà alla Costituzione e al popolo italiano, mi dispiace, andrò avanti lo stesso”.