Virginia Raggi (Depositphotos)

Due ex sindache si mettono di traverso minando sul nascere i piani di alleanza col Pd, voluti dal leader del M5S Giuseppe Conte.

A Torino, ci pensa Chiara Appendino a rovinare la festa, rifiutando ogni ipotesi di apparentamento col candidato sindaco dem Stefano Lorusso, reo di averla denunciata per abuso d'ufficio, impedendole, così, di ricandidarsi per la poltrona di palazzo Civico.

A Roma è l'elettorato duro e puro di Virginia Raggi ad alzare la voce, voltando le spalle a Roberto Gualtieri. Insomma: "Mai col Pd", di sicuro non a Torino e a Roma, è il mantra che sembra essere improvvisamente tornato di moda tra i pentastellati.