Mario Draghi (foto Depositphotos)

Duro scontro tra il premier Mario Draghi e il ministro della Cultura Dario Franceschini. Pare sia accaduto nell'ultimo Consiglio dei ministri, quello che ha dato "semaforo verde" al Documento programmatico di bilancio. A svelare il retroscena è stato Francesco Verderami sul Corriere della Sera. I due avrebbero avuto da ridire sulla reintroduzione dei fondi per la ristrutturazione delle facciate. In sostanza, Franceschini avrebbe ricordato al presidente che il bonus “è stato uno dei provvedimenti su cui si è caratterizzata l'azione del governo precedente", e che pertanto, andava affrontato per l'importanza che esso rappresentava. Draghi, però, lo ha stoppato. "Le risorse sono finite", sarebbe stata la sua obiezione come a mettere in guardia sui possibili rischi economici. A quel punto Franceschini avrebbe tenuto a sottolineare che le riunioni del governo "servono a costruire un compromesso". Parole che avrebbero innescato la replica seccata di Draghi. "È quello che stiamo facendo. E poi basta...", avrebbe replicato l’ex “numero uno” della Bce, mostrandosi infastidito.