Al Capo della Cancelleria Consolare Dott.ssa Alessandra Crugnola
Montevideo, 17 Febbraio 2022

Gentile Dott.ssa Alessandra Crugnola, nella Seduta Plenaria del Comites dell’Uruguay che ha avuto luogo il giorno 16 Febbraio 2022 é stata analizzata la richiesta (nonché la documentazione annessa) di contributo inoltrata dalla testata in lingua italiana “La Gente d’Italia”, Cronache degli italiani nel Mondo. Nel corso del dibattito, si é deciso di concedere un parere NEGATIVO (1O voti per il parere negativo su un totale di 17 consiglieri presenti) a detta richiesta. Nel documento che si allega alla presente si fondamentano i motivi del parere negativo. Distinti saluti.

Fondamentazione del Comites di Montevideo per il parere negativo a Gente d’Italia
La linea editoriale di Gente d Italia non fornisce informazione adeguata per la collettività; in molti casi disinforma od informa parzialmente o minimamente. Molti degli articoli pubblicati generano falsi rumori e creano situazioni distorte, qualche volte sotto la firma di pseudonimi, e che non contribuiscono a migliorare i rapporti dentro della collettività, nonché della lettura e la percezione della stessa che si pu6 fare dall’esterno. Intendiamo come un fatto negativo le ripetute pubblicazioni in tono minaccioso, con dati irrazionali ed informazioni imprecise che generano danno dentro la collettività, contribuendo in questo modo a che si crei una cattiva immagine della nostra collettività nella società uruguaiana, nonché verso i giovani discendenti di italiani che partecipano in modo attivo nell’ambito della collettività italiana. Gente d’Italia possiede una linea editoriale marcata da autoreferenze, volendosi a sua volta collocare nel centro di false controversie senza una dialettica positiva. Dalle sue pagine sorge una forma di fare giornalismo che danneggia fortemente l’immagine della collettività italiana e dei suoi integranti.. Inoltre, da queste stesse pagine ed articoli si é giunti a minacciare Consiglieri del Comites per il fatto di votare liberamente sul parere del quotidiano, danneggiando la loro immagine e dicendo che nel caso di voto negativo sarebbero stati denunciati a Roma, arrecando loro, in maniera ingiusta, una esposizione carica di giudizi negativi, aggravando il tutto con foto personali e rincarando la dose con titoli completamente malevoli, per il semplice fatto di esercere il loro diritto ad esprimere una opinione e di poter votare come consiglieri. La collaborazione di Gente di Italia con le istituzioni italiane in Uruguay é limitata; nuovamente, anche in questo caso la linea editoriale é stata totalmente parziale e minima sulle iniziative di carattere culturale, commerciale e turistica organizzate nel corso dell’anno dall’Ambasciata Italiana in Uruguay e dall’Istituto Italiano di Cultura di Montevideo, in collaborazione con gli Uffici Enit e ICE. Esiste insufficienza di informazione importante nelle sue pagine per i cittadini italiani; per i motivi espressi, si vota negativamente il parere di Gente d’ Italia.

ARCH. ALDO LAMORTE