Ieri il conflitto in Ucraina ha vissuto il suo 75esimo giorno. Una data particolare, quella del 9 maggio, coincisa con l’appuntamento con la grande parata militare di Mosca per festeggiare l’anniversario della vittoria sovietica contro i nazisti nella Seconda Guerra mondiale.

Intanto, sempre ieri, il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, ha dovuto ripararsi in un rifugio durante una visita a Odessa a causa di un attacco missilistico. Dal canto suo, il presidente cinese Xi Jinping, rivolgendosi al cancelliere tedesco Olaf Scholz, ha detto: “Dobbiamo fare del nostro meglio per evitare che il conflitto si espanda”.