Caro energia: Bruxelles prova a rilanciare sul price cap. Nel tentativo di giungere a un compromesso, la presidenza ceca dell'Ue ha infatti proposto un nuovo tetto (al ribasso) al prezzo del gas fissandolo in 220 euro per cinque giorni invece di 275 per quindici giorni (stabilito in precedenza), con un differenziale rispetto al Gnl di 35 euro invece dei 58 iniziali.

Le quotazioni del “combustibile” infatti, sono risalite sia per "le alterne notizie sull'offerta russa ma anche, purtroppo, per le difficili e delicate trattative in Europa sul price cap" ha fatto notare il ministro delle Imprese, Adolfo Urso. Da qui la scelta di correre ai ripari.

"Scontiamo anche ritardi dell'Unione Europea - ha sottolineato Urso - che non è intervenuta tempestivamente quando l'Italia, con il precedente esecutivo, l'aveva chiesto. Ora bisogna intervenire subito perché l'emergenza è incombente" ha concluso.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome