foto depositphotos

L'esame di Maturità inizierà il 17 giugno e prevederà soltanto un esame orale della durata massima di un'ora, che inizierà con l'esposizione di un elaborato da parte dello studente. Lo ha chiarito la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina.

"Non ci saranno le prove scritte, ci sarà un colloquio orale della durata massima di un’ora, che prevede diverse fasi", ha spiegato Azzolina. "La prima è la discussione di un elaborato sulle discipline di indirizzo concordate tra studenti e docenti, poi un testo di italiano studiato nell’ultimo anno e poi dei materiali preparati dalla commissione assegnati agli studenti".

La ministra ha illustrato anche le decisioni riguardanti la composizione della commissione: "I commissari saranno tutti interni. Gli studenti spiegheranno ciò che hanno imparato in quello che era l’alternanza scuola-lavoro e poi i temi di cittadinanza e Costituzione. La prova orale varrà 40 punti, che si aggiungono ai 60 di crediti".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome