Covid: la variante sudafricana è arrivata anche in Italia (foto di repertorio depositphotos)

3.600 euro di multa per chi rifiuta la prima dose. 1.450 euro per chi non si presenta al richiamo. Da febbraio in Austria il vaccino sarà obbligatorio. E chi si rifiuterà di fare la prima dose o il richiamo verrà multato.

Le persone senza vaccino saranno prima convocate per un appuntamento e nel caso in cui non si presentassero, allora verrebbero multate.

L'obbligatorietà del vaccino è stato annunciato dal governo austriaco nello stesso giorno in cui è stato ufficializzato il lockdown per i non vaccinati.

"Nonostante mesi di impegno non siamo riusciti a convincere abbastanza gente a farsi vaccinare", si è rammaricato il cancelliere Alexander Schallenberg. "Ci sono troppe forze politiche che ci vanno contro", ha aggiunto parlando di un "attentato al sistema sanitario".

Nelle scuole austriache tornerà anche l'obbligo di mascherina. I bambini potranno comunque restare a casa anche senza certificato medico e riceveranno "pacchetti per lo studio".

La terza dose sarà a disposizione per tutti gli adulti (sopra i 18 anni) quattro mesi dopo la seconda.

A raccomandarlo fortemente è la task force vaccinale austriaca. "La terza vaccinazione – si legge nelle linee guida – può essere effettuata dai 4 mesi ed entro i 6 mesi dopo la seconda vaccinazione".