Di Stefano Casini

Questo Campionato Mondiale di Calcio cominciato molto male continua peggio! Male per i milioni pagati a tanti dirigenti della FIFA e altre Federazioni per realizzarlo, per il VAR o il SOAT, due elementi tecnologici che hanno denaturalizzato questo sport e non permettono ai giocatori di festeggiare una rete.

Se quel 90% di possessione di palla dell’Italia contro la povera Macedonia del Nord piú uno dei 19 palloni di rete degli Azzurri fosse entrato, forse, potevamo tornare ad un Campionato Mondiale, anche se il Portogallo era difficile. E se non avessero concesso un rigore inesistente al Portogallo per il 2-0 finale, si sarebbe qualificato l’Uruguay. Insomma, la polemica é sempre l’ingrediente del Calcio e i vari VAR o SOAT non sono nient’altro che altri argomenti per farlo ancora piú polemico. La FIFA, nell’ultimo secolo ha cambiato regole e aggiunto tecnologia senza mai lasciare soddisfatto  nessuno.

Ricordiamo il mondiale 2002 quando quell’arbitro ecuatoriano di nome Byron Moreno fu espulso dalla FIFA per aver fischiato due fuorigioco inesistenti che impedirono alla Nazionale di superare la fase. Certo…..perché non pensare che il Mondiale si giocava in Corea e la Corea doveva vincere per forza? Nessuno….e allora perché non pensare che, questi trucchi tecnologici come il VAR o il SOAT non son altro che un po’ di fumo o semplicemente altri elementi tecnici per la polemica? 

Si suppone che gli altri arbitri, comodamente seduti in una sala lussuosa con tanti monitor a colori e decine di telecamere, con l’aiuto delle ultime illusioni tecnologiche con chip di ogni genere, dovrebbero aiutare l’arbitro in campo a risolvere problemi di gioco. Ma chi decide? È sempre lui, l’arbitro che, anche se puó, suppostamente, essere aiutato da un centinaio di assistenti, fará l’uso del fischio quando gli pare. 

Nella partita  Uruguay-Ghana ci son stati due rigori (o forse soltanto uno) impossibili da non vedere, soprattutto con l’aiuto di quelle decine di telecamere, rallentatori millimetricamente rivisti da 7 persone ecc.! Intanto, nella partita dell’Uruguay contro il Portogallo, la stessa FIFA ha dichiarato che il rigore poi trasformato in gol da Ronaldo, non era rigore! Se avesse vinto 1-0 il Portogallo, l’Uruguay seguiva a giocare.

Ora vediamo partite che possono durare 130 minuti, reti gridate che poi sono annullate, rigori inesistenti o rigori esistenti e non sanciti, cartellini gialli o rossi inventati e tante altre ingiustizie, difese da un gruppo di persone che guadagnano milioni di Euro, seduti su comodissime poltrone che hanno dovuto rispondere a migliaia di lamentele delle Associazioni o le Federazioni di Calcio per via di tanti arbitraggi sbagliati o comprati. 

Qualcuno ancora pensa che questa nuova tecnologia sta servendo a rendere lo sport più pulito? Io no, ma sono d’accordo che hanno aumentato esponenzialmente le polemiche e secondo milioni di persone in tutto il mondo, servono a mettere piú sale e pepe alla disciplina sportiva più importante del mondo.

In tutte queste discussioni, praticamente inutili, è anche vero che, il livello delle Nazionali di tutto il mondo, è aumentato e di molto. Secondo me queste non son tanto delle sorprese, ma semplicemente la globalizzazione mondiale che, ovviamente, inserisce anche il Calcio. Restano fuori due Campioni del Mondo come Germania e Uruguay e qualificano primi nelle loro serie Marocco e Giappone, un Giappone che batte niente meno che Germania e Spagna, il Belgio di Lukaku superato da tutti, un Costa Rica che insacca 7 dalla Spagna e poi quasi quasi batte la Germania rimasta fuori. 

In ogni caso, queste parole fanno parte dell’ennesima polemica perché, come diceva mio Nonno Benedetto: “Se la nonna avesse due ruote…..sarebbe un carretto!”

STEFANO CASINI  

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome