"La Grande Visione Italiana. Collezione Farnesina": la mostra itinerante di arte contemporanea italiana dedicata alla collezione del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, sarà presentata in conferenza stampa alla Farnesina, presso la Sala Aldo Moro, giovedì 26 gennaio alle ore 16.00. All'evento, presieduto dal sottosegretario agli Esteri Maria Tripodi e introdotto dal direttore generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale ambasciatore Pasquale Terracciano, prenderanno parte il curatore della mostra Achille Bonito Oliva e l'ambasciatore Umberto Vattani, ideatore della Collezione.

L'esposizione "La Grande Visione Italiana. Collezione Farnesina", organizzata dalla direzione generale per la diplomazia pubblica e culturale del Maeci, è un viaggio nella storia dell'arte italiana dal Novecento a oggi, attraverso settantadue opere di grandi artisti –   da Carla Accardi a Fortunato Depero, da Mimmo Jodice a Michelangelo Pistoletto, passando per Mario Merz fino a Gilberto Zorio – selezionate dalla Collezione Farnesina, straordinaria raccolta d'arte contemporanea del Maeci, esperienza unica al mondo attuata da una istituzione pubblica che, dalla fine degli anni Novanta, ha con passione e tenacia costruito una collezione dinamica, testimonianza della ricchezza di un patrimonio culturale che vive anche negli spazi del palazzo del ministero degli Esteri a Roma, con un'attività espositiva di livello museale.

Per la mostra è stato realizzato con Silvana Editoriale un catalogo bilingue, che raccoglie testi istituzionali e critici con i contributi di Achille Bonito Oliva, Cristiana Collu, Valentino Catricalà, Paola Marino, Luca Massimo Barbero, Angela Tecce e un'intervista di Paola Damiani all'ambasciatore Umberto Vattani, che ripercorre tutte le tappe della Collezione Farnesina. La mostra intende presentare al grande pubblico internazionale l'identità̀ artistica italiana, testimoniata attraverso opere scelte dalla Collezione Farnesina in un percorso tematico e non cronologico. Queste le tappe: febbraio 2023 a Singapore, marzo 2023 a Tokyo, maggio 2023 a New Delhi e infine luglio 2023 a Seoul. La mostra si terrà in una doppia sede espositiva, istituzionale e pubblica, aprendo un dialogo tra Ambasciate/Istituti di Cultura Italiani e importanti musei.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome