Depositphotos

L’abitudine è di vecchia data, ma anziché affievolirsi con il passare degli anni e l’aumento (sempre più tenue) del benessere, va aumentando sempre di più: riciclare i regali di Natale è un antico vezzo degli italiani.

Secondo Confcooperative, addirittura, in queste festività un italiano su tre rifilerà a qualcun altro (parente, amico o conoscente che sia) un regalo ricevuto per il 25 dicembre. Ben 23 milioni di persone, due in più rispetto al 2018, pronte a riciclare i cadeau “sgraditi”.

Il risparmio sarà di ben 3,3 miliardi di euro, con conseguente riduzione dei consumi. A incidere sul comportamento degli italiani, secondo Confcooperative, la paura di una possibile crisi, spesso mascherata – negli ultimi tempi – dalla volontà sbandierata di produrre meno rifiuti.