Depositphotos

Ci siamo… quasi. Da venerdì 15 ottobre in Italia ci sarà l’obbligo del green pass negli uffici. Inutile dire che potrebbero esserci non pochi problemi di adattamento e proprio per questo dovrebbe essere firmato nei prossimi giorni un Dpcm con le indicazioni generali sulle modalità dei controlli per i possessori del certificato vaccinale, sia nei settori del lavoro della pubblica amministrazione che nel privato, anche eventualmente con l'ausilio di una app. A essere recepite nel documento potrebbero essere linee guida già concordate con le Regioni.

Ma quanto durerà quest’obbligo? Al momento non si sa con precisione. Di certo il vincolo cadrà non appena i dati continueranno a migliorare. Parola del sottosegretario alla Salute Andrea Costa, che intervistato dal portale ansa.it non ha per niente escluso che “sarà possibile rivedere ed eventualmente ridurre l'attuale applicazione del green pass con l'inizio del nuovo anno se i dati dell'epidemia del Coronavirus continueranno a mostrare un trend di miglioramento, ma una valutazione più precisa sarà fatta a dicembre in concomitanza con la scadenza dello stato di emergenza che auspichiamo possa avere termine”.