foto Depositphotos
Secondo l’Istituto Superiore di Sanità i non vaccinati hanno un tasso di mortalità 27 volte superiore rispetto a chi ha fatto il vaccino e ha ricevuto la terza dose, il cosiddetto “booster”.
La stessa percentuale è riscontrabile per quanto riguarda il rischio di ricovero in terapia intensiva: per i no vax è 27 volte più alto rispetto a chi ha completato la campagna vaccinale.
Più bassa, invece, la possibilità di ricovero nei reparti ordinari: per i no vax il rischio è “solo” dieci volte superiore. Lo si evince dal bollettino settimanale della sorveglianza integrata dell’Iss.