Quarta giornata di Nations League. Alle 20.45, a Monchengladbach, gli azzurri sfidano al Germania. L’Italia comanda il girone C con 5 punti, poi Ungheria 4, Germania 3 e Inghilterra 2. Dopo lo shock della sfida con l’Argentina, il nuovo corso avviato da Roberto Mancini sta già dando risultati interessanti. Un ricambio generazionale su cui il c.t. sta spingendo e che stasera va incontro a un test difficile e importante. Le due squadre si ritrovano a dieci giorni di distanza dalla gara d’andata, alla prima giornata del girone: 1-1 al Dall’Ara con vantaggio di Pellegrini – su assist di Gnonto – prima del pareggio immediato di Kimmich. Gli Azzurri hanno poi conquistato quattro punti in due partite: vittoria in casa contro l’Ungheria e pareggio a Wolverhampton contro l’Inghilterra. La Germania ha invece solo pareggiato e sempre per 1-1: dopo la sfida di Bologna è arrivato lo stesso risultato in casa contro l’Inghilterra e sul campo dell’Ungheria.

Il tradizionale 4-3-3 o l’inedito 3-4-3? Mancini ci sta pensando. La possibile novità tattica, con la difesa a tre, è stata sperimentata nella rifinitura di stamattina: assetto da adottare in corsa, ma forse anche dall’inizio. Il c.t. ha provato Luiz Felipe (uno dei tre aspiranti debuttanti in azzurro stasera, assieme a Scalvini e a Caprari), Gianluca Mancini e Bastoni, con un centrocampo che ha visto sulle fasce Calabria e Spinazzola e al centro la coppia Cristante-Barella. Il tridente offensivo sarebbe quello già ipotizzato con Politano, Raspadori e Gnonto. In caso di 4-3-3, l’esordio di Luiz Felipe arriverebbe a gara iniziata (dunque Mancini-Bastoni coppia centrale) e a centrocampo, assieme a Barella e Cristante, potrebbe giocare Frattesi, favorito su Locatelli.

I PRECEDENTI—   Il bilancio dei precedenti è a favore degli azzurri: 15 vittorie contro le 9 conquistate dai tedeschi, ben 12 i pareggi. Ma l’Italia non supera gli avversari in una gara ufficiale addirittura da 10 anni: dal 28 giugno 2012, semifinale dell’Europeo. A trascinare quella squadra ci pensò Balotelli con una doppietta, Ozil segnò per i tedeschi.

FORMAZIONE GERMANIA—   (4-2-3-1) Neuer; Klostermann, Sule, Rudiger, Henrichs; Kimmich, Gundogan; Hofmann, Muller, Sané; Havertz.

FORMAZIONE ITALIA—   (3-4-3) Donnarumma; Luiz Felipe, G. Mancini, Bastoni; Calabria, Barella, Cristante, Spinazzola; Politano, Raspadori, Gnonto.